Visita la Sicilia, a disposizione consulenza e professionalità, prova a contattarci …

Speciale-Sicilia-V03

CaseVacanze_V03

Vai a ReportageStorici

Militaria

PulsanteMilitaria - click sull'immagine per vedere gli annunci

settembre: 2021
L M M G V S D
« Giu    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  
Categorie

Uncategorized

Frazzanò (ME) – Parco dei Nebrodi – Monastero di Fragalà –

convento-di-fragala

Itinerari turistici consigliati  – Sicilia – Frazzanò – Monti Mebrodi .

Comune di Frazzanò (ME), le sue origini risalgono all’occupazione araba della Sicilia. Si ritiene che il piccolo centro sia stato fondato, intorno all’anno 860, da un gruppo di profughi bizantini, provenienti dalla città di Crastus/Castro nel tentativo di sfuggire all’invasione saracena. Questi costruirono le prime abitazioni nel quartiere “Canale”, che infatti secondo la tradizione rappresenta il nucleo iniziale del paese. La cittadina cadde comunque, insieme al resto dell’isola, sotto la dominazione saracena alla quale segui la conquista normanna. Durante la dominazione normanna ed in seguito aragonese, il borgo di Frazzanò si sviluppo presso il castello di Belmonte e fu uno dei casali di San Marco è sede dei più antichi monasteri basiliani della Sicilia,

A circa 2 Km. dal paese sorge L’abbazia di S. Filippo di Fragalà. L’edificio, fu fatto costruire dal conte Ruggero e dalla consorte Adelasia nel 1090, e fu centro importante di culture e di ricerche agiografiche. Oggi il monastero non ospita più i frati. La sua ricchissima biblioteca, che custodiva volumi pregiati e che dopo il 1866 fu trasferita nel centro abitato, perché potesse essere consultata più agevolmente, fu, per incuria di Autorità Comunali di allora distrutta e dispersa. Le pergamene greche e latine di epoca anteriore al 1743, che costituivano il ” Tabulario del Monastero”, furono sottratte al deplorevole destino di ammuffire e marcire, com’era avvenuto per i libri della biblioteca. Oggi le suddette pergamene si trovano nell’archivio di stato di Palermo. Questo monastero ha anche il singolare privilegio di avere ospitato, per parte della sua via, S. Lorenzo Confessore. Il monastero ebbe il suo massimo splendore sotto i normanni, svevo, angioini e decadde con denominazione aragonese riveste un particolare storico-architettonico specialmente le sue absidi molto ben conservate. Annessa al monastero c’è la chiesa di stile siculo-romano.

Scarica qui di sotto la guida completa. Itinerario consigliato da S.Gentile, studioso d’arte.

brochure-convento

Teatro alla Scala (Milano) Visita guidata

Teatro_alla_Scala

Visita guidata al  Teatro alla Scala (Milano) dopo gli imponenti lavori di restauro e rinnovamento abbiamo pensato di proporre una visita particolare: un percorso nella storia e nell’arte dell’illustre Teatro, dalla fondazione, nel Settecento, sotto gli Asburgo, fino alle recenti trasformazioni. Tale percorso partirà dagli esterni del Teatro e dal suo contesto urbanistico;  proseguirà nel Museo della Scala, con i suoi cimeli e le sue curiosità, per giungere infine all’interno del Teatro stesso che potremo ammirare, nella sua nuova veste, dai palchi.

Ritrovo in piazza della Scala,  all’ingresso del Museo   (MM1 Duomo).

per info:

ideeturismo@gmail.com

 

 

 

 

CENTENARIO DELLA GRANDE GUERRA

In occasione del centenario dall’entrata in guerra dell’Italia, vi proponiamo uno dei percorsi più suggestivi sui luoghi della prima guerra mondiale al confine tra Italia e Slovenia. Per ripercorrere i sentieri calpestati durante le dure battaglie.  In compagnia di un Esperto Storico della Grande Guerra, si  visiterà i musei più rappresentativi, il  Sacrario di Redipuglia , il  Museo della III Armata. Escursione al Monte di Ragogna Ingresso con ingresso al Museo, segue la visita al Sacrario di Caporetto.
 
Primo giorno – 5 giugno 2015
Ritrovo dei  Sig.ri partecipanti nei luoghi stabiliti e  partenza in Bus Gran Turismo, verso  il Friuli soste lungo il percorso arrivo previsto alle 14:00 arrivo e incontro con l’Esperto Storico e Visita al Sacrario di Redipuglia, uno dei mausolei di guerra più imponenti e vasti di tutta l’Europa. Cena in hotel incluso ¼ vino e ½ acqua minerale Pernottamento in hotel 4 *
Secondo giorno – 6 giugno 2015
 Colazione in hotel e partenza per Ragogna .Escursione di 3 ore sul Monte di Ragogna accompagnati dall’Esperto Storico L'escursione è spezzettabile in più parti varianti per eventuali persone che volessero camminare un po' meno.  Pranzo al sacco fornito dall'hotel. Panino, frutta, dolce, acqua Nel primo pomeriggio visita al Museo di Ragogna . Cena in hotel incluso ¼ vino e ½ acqua minerale . Pernottamento in hotel 4 *
Terzo giorno – 7 giugno 2015
Colazione in hotel, check-out e partenza per Caporetto. Prima di varcare il confine attraverseremo la zona Vitivinicola del Collio e passeremo per Cividale, il cui Monastero di Santa Maria in Valle e il Tempietto Longobardo sono stati riconosciuti nel 2011 Patrimonio Mondiale dell'Umanità. Arrivati a Caporetto visiteremo l’Ossario ed il Museo . Pranzo al sacco fornito dall'hotel. Panino, frutta, dolce, acqua  Verso le ore 14:00 partenza verso a casa  . Le iscrizioni chiudono: 14 Aprile
 

Quota di partecipazione a persona in camera doppia: €  230/

LA QUOTA INCLUDE:
La location: Friuli e Slovenia Il trattamento: Pensione completa
2 pernottamenti in camera doppia in hotel 4 stelle
Trattamento di pensione completa così organizzato:
2 cene in hotel + 2 pranzi al sacco
Menù cena incluso ¼ vino e ½ acqua minerale
Nel pranzo al sacco: panino, frutta, dolce, acqua
Accompagnatori Storici/Ingressi inclusi nella quota
——————-
 Un programma a cura del Consorzio Grande Guerra FVG,
per info e prenotazioni chiamare : Alessandra CEL. 320-7024866 – E-mail: info@actmltd.com 
il sito www.ideeturismo.it  pubblicizza gratuitamente l’ottima l’iniziativa proposta.
By: S.Gentile , e-mail: ideeturismo@gimail.com

Magia Baltica

 
Vilnius, Trakai, Kaunas, Riga, Paernu, Tallin
 

Sono piuttosto piccoli, i tre Paesi Baltici: messi insieme non vanno molto più in là, per superficie, di metà dell’Italia; e per popolazione non raggiungono quella della Lombardia. Tuttavia, in quel gran crogiuolo di etnie, lingue e culture diverse che ancora oggi è l’Europa, Estonia, Lettonia e Lituania rappresentano, seppure a loro volta in modi e con caratteri diversi, realtà dinamiche e in via di vivace sviluppo. Indipendenti e sovrani dal 1991, mentre mettevano mano, alacremente, alla costruzione del loro futuro, i tre Paesi non si sono scordati di inserire in questa stessa costruzione  quel connotato che, più di altri, ne poteva garantire il successo: la scoperta e la valorizzazione delle rispettive identità storiche. Le tre repubbliche, dal 1° maggio 2004, sono entrate a far parte dell’Unione Europea.
L’Estonia è più legata alla Finlandia, condividendo il ceppo ungaro-finnico della lingua; Tallin, la capitale, appare fasciata dalle alte mura, dalle quali svetta una selva di guglie, torri e pinnacoli.
La Lettonia invece è più legata all’economia e agli influssi culturali germanici, la lingua è di ceppo indo-europeo; Riga, la maggiore delle tre capitali, fu tra le città più importanti della Lega Anseatica.
La Lituania, la meno marinara delle tre nazioni, fu, sul finire dell’età medievale, il più forte ed esteso stato cattolico dell’Europa orientale. Vilnius, la sua barocca capitale, ricorda per molti versi Roma: anch’essa sorge su sette colli ed è attraversata da un fiume.
Oltre alle tre capitali ci sono altre città che meritano una visita: fra queste la lituana Kaunas, con lo splendido monastero camaldolese di Pazaislis, e la lettone Rundales, con il famoso “Palazzo d’inverno”, in realtà residenza estiva dei duchi di Curlandia.
 

 
• Volo diretto Eurofly con AIRBUS 320.
• Trasferimenti  all’aeroporto, e ritorno, con pullman riservato.
• Trasferimenti in loco con pullman riservati.
• Sistemazione alberghiera, in camere doppie con servizi privati, in hotel classificati 4 stelle.
• Trattamento di pensione completa dalla cena del primo giorno alla prima colazione dell’ultimo giorno, con acqua minerale (in bottiglia da 0,33 o in caraffa) e caffè inclusi durante i pasti.
• Ingressi, visite ed escursioni come da programma.
• Tour in Pullman Granturismo ad uso esclusivo.
• Documentazione e set da viaggio.
• Assicurazione medico-bagaglio e contro le penalità di annullamento in caso di recesso.
• Tasse aeroportuali
• Accompagnatore dall’Italia e servizio di guida parlante italiano durante le visite.

LA QUOTA NON COMPRENDE:
Bevande, extra in genere, mance e tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

 
I partecipanti dovranno essere muniti di carta d’identità valida per l’espatrio o passaporto in corso di validità.

ALBA -PIEMPNTE


la    Fiera    del    Tartufo    Bianco Domenica    Novembre  2014

Partenza ore 7,15 Nnel luogo stabilito,  sosta durante il percorso. Arrivo ad ALBA e visita guidata della bella cittadina, circondata da antiche mura che racchiudono il centro storico, di impronta medioevale, con numerose torri che svettano sopra l’abitato.
Al termine possibilità di visita di un’azienda agricola con degustazione di prodotti (da riconfermare).
Pranzo in ristorante, nei dintorni. Menù previsto:

Salumi misti, vitello tonnato, flan di spinaci con fonduta e peperoni in bagna cauda
Agnolotti al ragù e risotto ai funghi
Brasato al Barolo con polenta e arrosto con patate
Bunet al cioccolato
Acqua minerale, vino e caffè
 

Nel pomeriggio possibilità di assistere alla 84° Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba (ingresso a pagamento: Euro 2,50 intero oppure Euro 2,00 per gruppi superiori a 30 persone). Tutti gli appassionati del “Tuber magnatum Pico” avranno la possibilità di vedere, toccare, annusare e acquistare tanti e tanti tartufi. Inoltre enogastronomia, folklore, mostre, cultura, musica, sport e mercatini di prodotti locali.
Nel tardo pomeriggio partenza per il rientro. Arrivo previsto in serata.

Quota individuale di partecipazione :chiedere…
(minimo  50 / 40 / 30 / 20 partecipanti)

La quota comprende:
 Viaggio a/r con bus riservato, pedaggi autostradali;
 Visita guidata di Alba;
 Pranzo in ristorante (bevande incluse).

La quota non comprende:
 Gli ingressi (anche per i monumenti menzionati nel programma) e tutto quanto non specificato.

NOTE
• Per motivi di carattere organizzativo il programma può subire inversioni di svolgimento, senza che sia modificato il contenuto delle visite; 
L’ ITINERARIO DELLE VISITE E’ PURAMENTE INDICATIVO E IL PERCORSO TERRA’ CONTO DEGLI ORARI DI APERTURA DEI MONUMENTI, DEL TEMPO EFFETTIVO A DISPOSIZIONE E DELLE CONDIZIONI METEREOLOGICHE;
• Gli ingressi non sono inclusi anche quando la visita si svolge, da programma, all’interno di edifici che prevedono l’ingresso a pagamento;
• È possibile stipulare una polizza Annullamento (quotazione su richiesta). In assenza di tale assicurazione, in caso di annullamento da parte dei Sigg. Partecipanti verranno applicate le seguenti penali: 
da 30 a 21 giorni prima della partenza penale del 30%;  da 20 a 15 giorni prima della partenza penale del 50%;
da 14 a 05 giorni prima della partenza penale del 75%;  da 04 giorni al momento della partenza penale del 100%;
• In base alle nuove regole vigenti del Codice Stradale, il programma delle intere giornate dovrà tenere conto delle ore di impiego dell’autista, che attualmente è di 12 ore dal momento dell’uscita del bus dal deposito (o 15 ore se durante la giornata il bus rimane inutilizzato per 3 ore consecutive).

 per info e consulenza sul viaggio scrivere a:

ideeturismo@gmail.com

 

 

• Prenotazione  tassative  giovedì 20 ottobre 2014 .
• pagamento con bonifico/contanti c/o il cral
• Info.. Cral-Stiamoincontatto del gruppo Ubi Banca
•  E-mail: stiamoincontatto@alice.itwww.stiamoincontatto.it
• Salvatore Gentile TEL.02-46532403- CELL.:  338-8196263 – Fax: 02-46535186

 

IL CAMMINO DI SANTIAGO

PELLEGRINO 2IL CAMMINO DI SANTIAGO
CENNI STORICI ;
Giacomo, figlio di Zebedeo, pescatore, era uno dei 12 apostoli, come il fratello Giovanni l ’Evangelista. Dopo la resurrezione di Cristo per molti anni girò la penisola iberica per compiere l ’opera di evangelizzazione. Tornato in Palestina fu fatto decapitare dal re Erode Agrippa, che temeva che l ’apostolo acquisisse un eccessivo potere; i suoi discepoli Attanasio e Teodoro ne raccolsero il corpo e lo trasportarono segretamente con una nave nei luoghi della predicazione. Sbarcati nei pressi di Finisterre si addentrarono in Galicia e gli diedero sepoltura. 
 Nei secoli successivi si perse traccia del sepolcro. Nell ’anno 813 l ’eremita Pelayo vide, per molti giorni successivi, una pioggia di stelle cadere sopra un colle. Una notte gli apparve in sogno San Giacomo che gli svelò che il luogo delle luci indicava la sua tomba. L ’abate rimosse la terra che nei secoli si era depositata e scoprì il sepolcro. Ne diede notizia al Vescovo locale Teodomiro che confermò la veridicità dell ’accaduto. La notizia giunse presto al papa ed ai principali sovrani cattolici dell ’epoca. Di qui iniziò il culto di Santiago (il nome è la contrazione di San Giacomo). Fu costruita una piccola chiesa sul luogo del sepolcro; ben presto sorse intorno una città che fu denominata Santiago de Compostela (da campus stellae) .
I PELLEGRINAGGI :
Da alcuni secoli gli arabi si erano insediati e dominavano la Spagna del Sud e quella Centrale: San Giacomo divenne il simbolo ed il protettore della riconquista, il processo di riappropriazione da parte dei principi spagnoli della parte della penisola occupata dai Mori. San Giacomo fu quindi raffigurato come santo-guerriero (e denominato matamoro = uccisore dei mori). Si dice che numerose volte il santo sia intervenuto in modo decisivo per aiutare i cristiani a sconfiggere i mori nelle tante battaglie combattute nei secoli successivi (la riconquista si compì nel 1492 con la definitiva sconfitta degli arabi da parte del re Ferdinando e della Regina Isabella "la cattolica")  Subito dopo la scoperta del sepolcro iniziarono i pellegrinaggi. I pellegrini confluivano qui da ogni parte d ’Europa: la via lattea indicava la direzione da seguire. Il flusso in alcune epoche divenne imponente. 
Alla partenza veniva compiuto il rito della vestizione con la consegna della bisaccia. Il pellegrino alla partenza si spogliava degli averi e spesso doveva vendere o ipotecare i beni per potersi finanziare il viaggio. Faceva testamento e dava disposizioni per il governo del patrimonio in sua assenza. Spesso la Chiesa interveniva attivamente in questa funzione di tutela. Questo stato particolare conferiva al pellegrino un particolare prestigio. La scelta di fare un pellegrinaggio era generalmente una libera decisione personale:   – per chiedere una grazia   – per adempiere ad un voto  – per una ricerca religiosa personale
Tuttavia in molti casi era imposto come pena dal giudice o come penitenza dal confessore per colpe o peccati di particolare gravità. Chi era ricco poteva mandare una persona a fare il pellegrinaggio per proprio conto. I pellegrini viaggiavano solitamente in gruppo, per sostentarsi e proteggersi reciprocamente: i pericoli erano rappresentati dallo stato spesso precario delle strade, dalle catastrofi naturali e soprattutto dai banditi che infestavano le strade. Lungo il percorso si sviluppò una rete di servizi per il sostentamento dei pellegrini: chiese, monasteri, alloggi, ospizi, ospedali, locande, molti dei quali ancora visibili ai nostri giorni. Lungo il cammino nacquero paesi e città, furono costruite strade, ponti. Della protezione dei pellegrini dagli assalti dei briganti si occuparono per un lungo periodo molti ordini ospitaleri: tra essi principalmente i Templari (fino al loro scioglimento – secolo XIII).
Molti re e personaggi noti effettuarono il pellegrinaggio: San Francesco fu uno di questi. Il pellegrinaggio a Santiago de Compostela ebbe una rapida diffusione nel mondo cristiano, nel quadro del rifiorire della spiritualità che caratterizzò l ’inizio del secondo millennio. Dante Alighieri (Vita Nova, XL, XXIV) parla di tre grandi vie di pellegrinaggio: – una diretta a Gerusalemme – i pellegrini erano detti "palmieri" (le palme d ’oltremare); la palma era anche il simbolo del pellegrinaggio. – una diretta a Roma – i pellegrini erano detti "romei" (da Roma); il simbolo era la croce- una diretta a Santiago – erano i "pellegrini" propriamente detti (il luogo più lontano, più peregrino); il simbolo era la conchiglia. Le grandi direttrici dei tre grandi pellegrinaggi del mondo cristiano erano costituite da:  – un insieme di vie che, attraversando la Francia su più tracciati, confluivano a Roncesvalles e a Puente la Reina, per dirigersi a Santiago de Compostela – un altro insieme di vie che, provenendo da diverse località europee, confluiva nella Via Francigena fino a Roma; chi andava in Terrasanta proseguiva lungo l ’antica via Appia fino ai porti pugliesi. Questa stessa via era utilizzata, in direzione opposta, dai pellegrini che, partiti dall ’Italia diretti a Santiago, valicavano le Alpi e si immettevano nella Via Tolosana.  Il pellegrinaggio verso Santiago ebbe periodi di maggiore o minore partecipazione. Fu sostenuto e promosso soprattutto dalla componente più illuminata ed evangelica della Chiesa.
Nel 23 ottobre 1987 il Consiglio d ’Europa ha dichiarato i percorsi che portano a Santiago "itinerario culturale europeo", mettendo a disposizione risorse economiche per segnalare convenientemente il cammino, ristrutturare e costruire i rifugi per alloggiare i pellegrini; nel 1993 l ’UNESCO li ha dichiarati "patrimonio dell ’Umanità".
Programma:
1° giorno;
Ritrovo  dei Sigg. partecipanti nei luoghi da stabilirsi.   Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo di linea  per Madrid. Cambio aeromobile e proseguimento alle ore 16.34 per Pamplona con arrivo alle ore 17.21. Trasferimento in hotel in bus. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.

2° giorno : PAMPLONA – RONCESVALLES – LOGRONO – km 140
Prima colazione in hotel. Al mattino, partenza (con guida locale) per Roncesvalles (km 50). Visita del centro storico. Dopo il pranzo in hotel, partenza per Logrono (km 90). Sosta ad Eunade. Si iniziera', quindi, la prima tappa a piedi (circa 5 km), attraverso Obanos sino a Puente la Reina. Proseguimento per Estrella. Proseguimento per Logrono. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
3° giorno: LOGRONO – NAJERA – SANTO DOMINGO – BURGOS – km 132
Prima colazione in hotel. In mattinata si parte in bus per Najera, sosta al centro storico. Si procede per arrivare a Santo Domingo de la Calzada, una delle tappe piu' importanti del Cammino. Tempo a disposizione e prosieguo per Burgos. Sistemazione in hotel e pranzo.  Pomeriggio dedicato alla visita (con guida locale) del centro storico. Rientro in hotel, cena e pernottamento.
4° giorno: BURGOS – CASTROJERIZ – FROMISTA – SAHAGUN – LEON – km 179
Prima colazione in hotel. Partenza per Castrojeriz, sosta libera. Si riparte per Boadilla del Camino e Fromista. Proseguimento per Carrion de Los Condes, sosta al Monastero di San Zoilo e pranzo in ristorante.  Nel pomeriggio sosta alla chiesa di San Lorenzo a Sahagun, prima di proseguire per Leon. Pomeriggio dedicato alla visista (con giuda locale) del centro storico. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
5° giorno: LEON – FONCEBADON – PONFERRADA – SANTIAGO – km 364
Prima colazione in hotel. Partenza per Astorga, visita (con guida locale) della citta'. Sosta al ponte d'Orbigo. Proseguimento per Rabanal del Camino per iniziare la sencoda tappa a piedi (circa 6 km) che portera' a Foncebadon, proseguendo poi in salita per 2km fino alla Cruz de Ferro (Croce di Ferro). Pranzo a Ponferrada. Nel pomeriggio si procede per Villafranca del Bierzo e poi per l'antigo borgo mediovale di Pedrafita do Cebreiro. Si attraverseranno, poi, i paesi di Triacastela, Sarria e Portomarin, per arrivare a Santiago de Compostela. Sistemazione in hotel, cena e pernottamento.
6° giorno: SANTIAGO DE COMPOSTELA
Prima colazione in hotel.  Giornata intera dedicata alla visita (con guida locale) di Santiago de Compostela. Inizio della terza tappa a piedi (circa 5km) in pellegrinaggio sino alla Santa Cattedrale. Rientro in hotel e pranzo. Nel pomeriggio verra' effettuata la visita del centro storico. Al termine si rientra in hotel per la cena e il pernottamento.
7° giorno: SANTIAGO DE COMPOSTELA – FINISTERRE – km 90
Prima colazione in hotel. Partenza per Finisterre. Visita guidata. Pranzo in ristorante. Al termine della visita rientro a Santiago de Compostela, cena e pernottamento.
8° giorno: SANTIAGO – Milano
Prima colazione in hotel.  Mattina visita della città con bus riservato e guida locale. Trasferimento in bus all'aeroporto. Disbrigo delle formalità di imbarco e partenza con volo di linea   per Madrid. Arrivo, cambio aeromobile e proseguimento per Milano con arrivo in serata. 
Fine dei servizi.
QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZIONE
Chiedere….
Quota individuale di partecipazione (minimo  50 / 30 / 20 partecipanti):   Euro   /        /          /
Sistemazione in hotel 3 stelle
camera singola: Euro ……
riduzione ragazzi sotto anni 12 / terzo letto aggiunto
La quota comprende:
 Viaggio aereo / bus riservato, pedaggi autostradali, vitto e alloggio autista;
 Sistemazione come da programma, in camere con servizi privati, telefono, tv color;
 Pasti (bevande escluse), escursioni e visite guidate come da programma
 Ns. Assistente per tutta la durata del viaggio;
 Tassa di soggiorno;                  
  Assicurazione sanitaria, bagaglio e annullamento.                
La quota non comprende:
 I pasti non menzionati, le bevande, altri eventuali ingressi non specificati (anche per i monumenti menzionati nel programma), le mance, i facchinaggi, gli extras di carattere personale e tutto quanto non specificato.

Note: (è richiesta la Carta d’Identità valida per l’espatrio)

• Per motivi di carattere organizzativo il programma può subire inversioni di svolgimento, senza che sia modificato il contenuto delle visite; 
L’ ITINERARIO DELLE VISITE E’ PURAMENTE INDICATIVO E IL PERCORSO TERRA’ CONTO DEGLI ORARI DI APERTURA DEI MONUMENTI, DEL TEMPO EFFETTIVO A DISPOSIZIONE E DELLE CONDIZIONI METEREOLOGICHE;
• Gli ingressi non sono inclusi anche quando la visita si svolge, da programma, all’interno di edifici che prevedono l’ingresso a pagamento;
• In base alle nuove regole vigenti del Codice Stradale, il programma delle intere giornate dovrà tenere conto delle ore di impiego
dell’ autista, che attualmente è di 12 ore dal momento dell’ uscita del bus dal deposito (o 15 ore se durante la giornata il bus rimane inutilizzato per 3 ore consecutive).

 

GERMANIA MERCATI NATALIZI – base a NEUSTADT

 Maulbronn, Neustadt, Speyer, Deidesheim, Rothenburg ob der tauber, Kaysersberg
 3 Notti /4 Giorni  –  Dicembre  

http://www.neustadt.eu/

1° GIORNO : Sabato,   dicembre 
Partenza nel luogo stabilito,   e partenza  verso la Germania, soste lungo il percorso.  Pranzo libero in autogrill. Arrivo a NEUSTADT.  Sistemazione in hotel e aperitivo di benvenuto;  proseguimento per per DEIDERSHEIM (5 km con il bus) e visita di uno dei più bei mercati di Natale della Germania. Cena tipica con specialità palatinesi (Saumagen, Knödel, Crauti ec ec). Pernottamento a Neustadt.

2° GIORNO domenica, dicembre
Dopo la prima colazione, alle 8,30, partenza per FRANCOFORTE. Visita guidata del Römer (Municipio), Römerberg (la collina dei romani) la Chiesa di San Paolo, primo parlamento della Germania, il Duomo di San Bartolomeo dove furono incoronati gli imperatori della Germania, la casa di Goethe (la visita in totale dura circa due ore);  al termine tempo a disposizione per il Mercatino di Natale.    Pranzo in locale tipico di Francoforte. Verso le 17 si ritorna a Neustadt deliziosa cittadina medievale collocata tra i vigneti e la foresta del Palatinato (biosfera sotto protezione dell’Unesco). Visita serale guidata del centro storico, tempo libero per il mercato di Natale e il mercato natalizio della foresta. Da uno dei due  campanili della gotica Stiftskirche si ascolterà un concerto natalizio di trombe. Cena e pernottamento.

3° giorno lunedì   dicembre
Dopo la prima colazione partenza per BINGEN e, alle ore 10,00 imbarco per il tratto più affascinante del Reno, ammirando castelli, fortezze antichi borghi medievali; sbarco a ST.  GOAR. Proseguimento per MAINZ;  pranzo in ristorante;Nel pomeriggio visita guidata del centro storico attraverso viuzze ricche di fascino.Tempo a disposizione per la visita del Mercatino di Natale, posto davanti al Duomo di San Martin. Nel tardo pomeriggio rientro a Neustadt cena in una tipico locale. Pernottamento in hotel.
4° Giorno martedì   dicembre   – Prima colazione in hotel. Partenza per l’ Alsazia (Francia), con sosta ad OBERNAI, caratteristico villaggio ai piedi dei Vosgi, con un pittoresco Mercatino di Natale.   Pranzo in ristorante.
Nel pomeriggio partenza per il rientro in Italia, portandoci dentro tanti ricordi di un’atmosfera magica, quasi d’altri tempi. Soste lungo il percorso.  Arrivo in serata.


Quota individuale di partecipazione: (minimo n. 50 / 40 / 30 partecipanti)
Esterni: euro  000 /000 / 000,00
Chiedere quotazione …
Supplemento camera singola:  euro 00,00  (per tutto il periodo)
Riduzione per bambini da 0  a 12 anni  (chiedere quotazione)


La quota comprende:
– Viaggio a/r con bus riservato, pedaggi autostradali e di frontiera, vitto ed alloggio autista;
– Sistemazione in hotel 3 stelle sup;
– Pasti come da programma (le cene ed i pranzi si intendono in ristoranti storici o locali caratteristici del territorio o da viticoltori (incluso acqua e pane, senza vino).
– Escursioni come da programma: visita guidata di Francoforte, di Neustadt e di Mainz; il concerto di trombe dal campanile della chiesa di Neustadt; la navigazione sul Reno da Bingen a St. Goar con la spiegazione in italiano dei castelli del Reno.
– La copertura assicurativa tramite “Veranstalter-Haftpflichtversicherung” dell’ufficio di turismo, Kongress und Saalbau GmbH.La quota non comprende:  Le bevande, eventuali ingressi (anche per i monumenti menzionati), le mance, il facchinaggio e tutto quanto non specificato.

La quota comprende:
La sistemazione nella struttura alberghiera “Panoramahotel am Rosengarten” *** in Neustadt an der Weinstrasse in camere doppie (supplemento per la camera singola) per 4 notti.
Trattamento mezza  pensione ossia: colazione e cena  
Le cene si intendono in ristoranti o locali caratteristici del territorio o da viticoltori.

Inoltre comprende:
La visita guidata in lingua italiana dell’ Abbazia di Maulbronn incluso l’ingresso;
la visita guidata in lingua italiana di Neustadt centro storico, Stiftskirche;
la visita guidata in lingua italiana del duomo di Speyer e Bagno Ebrei;
la visita guidata in lingua italiana del duomo di Mainz del centro storico e della chiesa di S.Stefano inserire la navigazione la navigazione sul Reno da Bingen a St. Goar con la spiegazione dei castelli del Reno;
il piccolo spettacolo in costume a S. Martin; (ottimo)
il fuoco nella foresta la degustazione di Eiswein;
il concerto di trombe dal campanile della chiesa di Neustadt;

Note: per motivi di carattere organizzativo il programma può subire inversioni di svolgimento, senza che sia modificato il contenuto delle  visite; in caso di annullamento da parte dei sigg. partecipanti verranno applicate le seguenti penali: 30% da 30 a 21 giorni prima; 50% da 20 a 5 giorni prima e 100% da 4 giorni prima al giorno della partenza.  Si riserva di non effettuare il viaggio qualora non si raggiungesse il numero minimo di partecipanti, 25 persone.


Per informazioni sul viaggio :

Salvatore Gentile
www.ideeturismo.it – e-mail: ideeturismo@gmail.com
by

SUGGERIMENTI PER ALTRE GITE …

Viaggi di Natale
In viaggio attraverso la favola del Natale – Mercati di Natale
 Per chi non ne ha mai visto uno è difficile immaginare l’atmosfera che si respira tra i profumi caldi speziati di cannella, di biscotti appena sfornati, di odore di legno di montagna, di castagne arrostite tiepide nelle mani, delle mandorle tostate su pentole di rame dell’aroma fumante di un vin brulè.

Trovarsi immersi nelle migliaia di piccole luci che brillano tra le casette di legno addobbate, tra gli alberi di Natale scintillanti e odorosi di pino. Gelosamente ancorata alle tradizioni, la Germania non rinuncia all’atmosfera fiabesca dei suoi mercati di Natale e invita tutti a farne parte visitando alcuni tra i più belli “Weihnachtsmärkte.

Neustadt an der Weinstrasse
Una cittadina piccola deliziosa carica di storia e fascino medievale, posta tra la foresta del Palatinato nel cuore dei vigneti sulla strada del vino tedesca. Grazie al suo clima mite sono possibili passeggiate a piedi o in bicicletta tra i suoi 9 romantici villaggi del vino senza dimenticare di assaggiare un bicchiere di vino, il mercato di Natale assomiglia ad un vero e proprio borgo natalizio nel bosco.

Nelle vicinanze:

Deidesheim che dal primo avvento offre ad ogni fine settimana uno dei più bei mercati natalizi in assoluto; con le oltre 100 “case “ riccamente decorate fonte di innumerevoli idee per i regali da mettere sotto l’albero, la musica natalizia che piacevolmente accompagna, i grandi alberi illuminati nella luce brumosa delle giornate invernali e i fuochi accesi fanno di tutto un’atmosfera molto suggestiva.

Strasburgo il famoso mercato di Natale chiamato: Christkindelsmärik (letteralmente “mercato di Gesù Bambino”) nella centrale piazza della cattedrale, ha una lunghissima tradizione di oltre 500 anni, il più antico in Francia.

1° Viaggio: La magia di un Natale tedesco – A Natale puoi…!
 Neustadt an der Weinstraße, Deidesheim, Heidelberg, Speyer, Strasburgo di più

2° Viaggio: I mercati di Natale
 Mainz, Heidelberg, Neustadt an der Weinstraße,
Wissembourg, St. Martin, Deidesheim, Colmar, Kaysersberg di più

3° Viaggio: Un Natale sulla strada del vino,
Dove il Natale è più Natale!

 Mainz, Maulbronn, Heidelberg, Deidesheim, Speyer, Neustadt an der Weinstraße, St. Martin, Wissembourg, Strasburgo, Colmar, Kaysersberg


 ENTE DEL TURISMO PER INFO:
Germania Neustad
Marketing Vino & TurismoTourist-InformationHetzelplatz 167433
Neustift an der Weinstraße
 Tel. +49 6232 13 22 98 / +49 6321 926855 Fax +49 6321 92 68 91
 www.neustadt.eu