Visita la Sicilia, a disposizione consulenza e professionalità, prova a contattarci …

Speciale-Sicilia-V03

CaseVacanze_V03

Vai a ReportageStorici

Militaria

PulsanteMilitaria - click sull'immagine per vedere gli annunci

febbraio: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  
Categorie

Proposte Italia

Tutte le proposte relative a viaggi, weekend, fiere, sagre, mostre, ecc., nel Nostro Paese. Le proposte possono anche essere visualizzate regione per regione.

Istrana -Treviso – Visita alla Base Aerea Militare

Visita alla base Aerea di Istrana & città di Marostica e Bassano

24  25  ottobre 2018

Partenze da Milano –  Bresso – Bergamo

Vi presentiamo una nuova iniziativa da non perdere: la visita alla base aerea dell’Aeronautica Militare di Istrana, conosciuto anche con il nome di aeroporto di Treviso-Istrana. E’ un aeroporto militare situato a circa 10 km a ovest di Treviso. Qui ha sede il 51º Stormo dell’aeronautica militare italiana. Il suo reparto di volo è composto dal 103º Gruppo Caccia Bombardieri (“Indians”), dal 132º Gruppo CBR (Caccia-Bombardieri Ricognitori) e dal 101º Gruppo O.C.U. (Operational Conversion Unit). I tre gruppi sono dotati dell’aereo da attacco al suolo italo-brasiliano AMX. Da segnalare che il reparto manutenzione è situato nella parte militare dell’aeroporto di Treviso-Sant’Angelo.

L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri Paesi appartenenti alla NATO. Il servizio è garantito dal 36° Stormo di Gioia del Colle, dal 4° Stormo di Grosseto e dal 37° Stormo di Trapani con velivoli caccia Eurofighter. La capacità di deterrenza, invece, è invece affidata ai cacciabombardieri Tornado e AMX.​

Programma:

1° giorno: Ore 7.00 , partenza in bus Gran Turismo da Milano verso il Veneto, soste lungo il percorso per pausa caffè, arrivo a Marostica visita guidata. Famosa cittadina celebre in tutto il mondo per la partita a scacchi con personaggi viventi che si tiene ogni due anni (anni pari) nella piazza cittadina nel secondo fine settimana di Settembre.  La vicenda della Partita risale al 1454. Tutto si ripete come la prima volta, in una cornice di costumi fastosi, di corteggi pittoreschi, di gonfaloni multicolori, di marziali parate, di squisita eleganza. I comandi alle milizie vengono ancora oggi impartiti nella lingua della “Serenissima Repubblica di Venezia”.  Lo spettacolo, con oltre 550 figuranti, dura circa 2 ore.  Vi consiglio di tornare nel periodo sopra indicato per ammirare questa rappresentazione storica unica al modo. Alle fine della passeggiata si ritorna al Pullman per il trasferimento  in hotel, assegnazione delle camere, sistemazione bagagli, pranzo in hotel.

Nel pomeriggio visita guidata di Bassano. La cittadina è conosciuta principalmente per il suo Ponte Vecchio, Il caratteristico Ponte degli Alpini,  Attraversata dal fiume Brenta  è una delle città più popolate e sviluppate del Veneto. Si prosegue con la visita  alla distilleria di  grappa  Nardini.

Nella piazza centrale del Monte Vecchio sorgono l’imponente palazzo del Monte di Pietà e la casa Dal Corno Bonato, la cui facciata era stata affrescata da Jacopo Da Ponte, detto il Bassano (le opere sono ora conservate al Museo Civico); a pochi passi, nella piazza della Libertà, la chiesa neoclassica di San Giovanni, realizzata nel 1300 dall’architetto Giovanni Miazzi. Meravigliosa e’ anche la quattrocentesca Loggia del Comune.

Tutto l’abitato è costellato di edifici di splendido gusto, arricchiti di preziosi ornamenti: una passeggiata per le tranquille piazzette, infatti, può rivelarsi molto affascinante.

La vera perla di Bassano è però il Ponte di legno, progettato dal Palladio in questo materiale perché la sua elasticità fosse in grado di contrastare l’impetuosità’ del fiume Brenta. Subì diversi e pesanti danneggiamenti sia a causa del fiume, sia a causa di bombardamenti, ma sempre ristrutturato sulle direttive palladiane. L’ultima ricostruzione risale al secondo dopoguerra per opera degli Alpini. Alle  18.30 circa  Rientro In Hotel cena e pernottamento.

 Giovedì – Istrana / Villa Sandi /Milano.

 2° giorno: ore 7,00 prima colazione in hotel e partenza per la Base Aerea di Istrana, incontro con un  Militare dell’Aeronautica Militare, visita guidata della base . Vivremo un’esperienza esclusiva, scoprendo i segreti dei velivoli e la quotidianità dei piloti. Ore 13.00 circa – pranzo in caserma con i militari.  

Nel pomeriggio partenza per la visita di Villa Sandi, Crocetta del Montello ( circa 25km da Treviso ) di proprietà della famiglia Moretti  Polegato. Qui potremo visitare la villa, del 1622, e le cantine dove viene prodotto il Prosecco doc, e dove si potrà acquistare i prodotti della stessa cantina. Al termine della visita . Partenza per rientro a Milano.

Ristrovi per la partenza:

  • Ore 7,00  Milano Piazzale Lotto , fronte ingresso Lido
  • Ore 7,25  Bresso Via Don Minzoni , (Fronte Carrefour)
  • Ore 7,40  Viale Fulvio Testi , fronte Bertoni  fermata Autostradale, direzione Milano
  • Possibilità   altre fermate   da concordare con il capogruppo.   
  • Per info e prenotazioni:
  • Salvatore Gentile tel: 338-8196263 – 02-6595460-02-62695066-– Fax: 02-63793267
  • E-mail: stiamoincontatto@alice.it – www.stiamincontatto.it

LA QUOTA COMPRENDE: il pullman privato e a disposizione per le escursioni previste, sistemazione nelle camere riservate presso hotel (4 Stelle) , pranzo e cena in hotel  il primo giorno bevande incluse,  ¼, Vino ½ acqua, il secondo giorno pranzo in caserma . Visite ed escursioni come indicato in programma.

Assicurazione medico bagaglio compresa nel prezzo.

LA QUOTA NON COMPRENDE: i pasti non menzionati, bevande, eventuali ingressi da pagare in loco e tutto quanto non espressamente indicato nel programma e nella quota comprende”.

  • ISCRIZIONI TASSATIVE CON ACCONTO ENTRO SETTEMBRE 2018
  • (CHIEDERE SE CI SONO ANCORA POSTI) PRENOTAZIONI: CRAL E AGENZIA
  • NOTE IMPORTANTE: È RICHIESTA LA CARTA D’ IDENTITÀ VALIDA PER L’ESPATRIO.
  • PER INFORMAZIONI:
  • noi siamo una Associazione e siamo aperti anche a persone esterne, ci appoggiamo a una agenzia Viaggi che si chiama:
  • TOUJOURS  VIAGGI  SRLSAgenzia di Viaggi & Tour Operator specialisti di eventi, incentives, viaggi e soggiorni di gruppo

    Via Primo Maggio, 34/B (1° piano) – 20010 BAREGGIO (Mi)     P. IVA / C.F.  10377380968

    Tel.  e  Fax  +39-02-9014678          email generale: info@toujoursviaggi.it

    email Elena:  elena@toujoursviaggi.it     email Ivan:  ivan@toujoursviaggi.it

Con queste iniziative e’ nostra intenzione  far conoscere la vita militare e l’impegno dei nostri soldati per difendere i nostro territorio.

Un programma ideato e scritto da  Salvatore Gentile

VAL DI NON CON RACCOLTA MELE

Si prosegue con il viaggio verso la località Malosco.

1° giorno fine settembre  –  Ore 7,00  Raduno del sig. ri partecipanti nel luogo stabilito e  partenza in pullman GT , verso la Val di Non arrivo in hotel previsto ore 13.30. Sosta tecnica  lungo il percorso di 15 minuti. alle ore 10,30 circa arrivo a Rovereto nord   per la visita alla Cantina  Marzadro  località Nogaredo, via per Brancolino, 10.  Visita guidata con degustazioni varie  e dimostrazione distillazione grappa,  possibilità  acquisti vini e grappe  e spumanti.

Ore 13.00 arrivo e  sistemazione nelle camere riservate,  pranzo. Ore 15,00 circa, partenza  Merano, visita panoramica della cittadina successivamente  arrivo  a Tirolo alle ore 16,00  dove ci sarà una visita guidata del Castel Tirolo.  Rientro in hotel cena  alle 19,30 circa.

2° giorno fine  settembre, prima colazione in Albergo,

Ore 8,30   partenza per acquisto /RITIRO MELE. Passeggiata a Fondo.

Ore 10.30  escursione nella  valle dei Canyon”.

Ore 12.30 circa  rientro per il  pranzo  in Hotel .

Pomeriggio partenza con i bagagli si lascia  l’hotel per la visita al  Maso Coflari

con possibilità acquisto salumi.

Frazzanò (ME) – Parco dei Nebrodi – Monastero di Fragalà –

convento-di-fragala

Itinerari turistici consigliati  – Sicilia – Frazzanò – Monti Mebrodi .

Comune di Frazzanò (ME), le sue origini risalgono all’occupazione araba della Sicilia. Si ritiene che il piccolo centro sia stato fondato, intorno all’anno 860, da un gruppo di profughi bizantini, provenienti dalla città di Crastus/Castro nel tentativo di sfuggire all’invasione saracena. Questi costruirono le prime abitazioni nel quartiere “Canale”, che infatti secondo la tradizione rappresenta il nucleo iniziale del paese. La cittadina cadde comunque, insieme al resto dell’isola, sotto la dominazione saracena alla quale segui la conquista normanna. Durante la dominazione normanna ed in seguito aragonese, il borgo di Frazzanò si sviluppo presso il castello di Belmonte e fu uno dei casali di San Marco è sede dei più antichi monasteri basiliani della Sicilia,

A circa 2 Km. dal paese sorge L’abbazia di S. Filippo di Fragalà. L’edificio, fu fatto costruire dal conte Ruggero e dalla consorte Adelasia nel 1090, e fu centro importante di culture e di ricerche agiografiche. Oggi il monastero non ospita più i frati. La sua ricchissima biblioteca, che custodiva volumi pregiati e che dopo il 1866 fu trasferita nel centro abitato, perché potesse essere consultata più agevolmente, fu, per incuria di Autorità Comunali di allora distrutta e dispersa. Le pergamene greche e latine di epoca anteriore al 1743, che costituivano il ” Tabulario del Monastero”, furono sottratte al deplorevole destino di ammuffire e marcire, com’era avvenuto per i libri della biblioteca. Oggi le suddette pergamene si trovano nell’archivio di stato di Palermo. Questo monastero ha anche il singolare privilegio di avere ospitato, per parte della sua via, S. Lorenzo Confessore. Il monastero ebbe il suo massimo splendore sotto i normanni, svevo, angioini e decadde con denominazione aragonese riveste un particolare storico-architettonico specialmente le sue absidi molto ben conservate. Annessa al monastero c’è la chiesa di stile siculo-romano.

Scarica qui di sotto la guida completa. Itinerario consigliato da S.Gentile, studioso d’arte.

brochure-convento

Tour in Puglia

 

PROGRAMMA

01 gg. Ritrovo dei partecipanti nel luogo prestabilito, e partenza per Ostuni, con soste durante il percorso. Arrivo in hotel previsto in serata, sistemazione nelle camere preassegnate, cena e pernottamento. Ostuni, è una città antichissima, con un patrimonio artistico culturale ricchissimo e in parte ancora da scoprire. Il centro storico conserva intatta la struttura medioevale con un labirinto di stradine, arcate, stretti passaggi il tutto contornato da una bellissima cinta muraria. Il nome “Città Bianca”, deriva dall’uso della calce bianca, con cui sono dipinte le case della città, interrotto dalle facciate colore ocra di antichi palazzi, chiese, conventi e i fantasiosi portali che esaltano la bellezza della pietra locale. Ostuni è città d’arte dal 1998.

02 gg. Prima colazione in hotel. Nella mattinata visita alle famosissime Grotte di Castellana.

Le Grotte segnano il percorso di un antico fiume sotterraneo. Scoperte il 23 Gennaio 1938 da Franco Anelli e successivamente esplorate assieme a Vito Matarrese, formano un complesso speleologico grandioso, il più bello oggi conosciuto in territorio italiano. Splendide e multiformi le concrezioni stalattitiche e stalagmitiche, sorprendente lo sviluppo delle gallerie, intercalate dall’aprirsi improvviso di stupende caverne.

Le visite si effettuano con l’ausilio di una guida, secondo due itinerari: quello breve, di circa 1 km, fino alla Caverna del Precipizio, della durata di 50 minuti, e quello completo, fino alla Grotta Bianca, di circa 3 km e della durata di 2 ore. Si accede alle Grotte attraverso una comoda scalinata che conduce fino al fondo della Grave, mentre la risalita è assicurata da una coppia di veloci e sicuri ascensori. Efficace e suggestivo è il nuovo impianto di illuminazione. Trasferimento ad Alberobello. Tempo libero per il pranzo.

Nel pomeriggio, visita al caratteristico paesino pugliese. Su due rilievi collinari, anticamente interrotti da un alveo, è Alberobello. Sul colle orientale vi è la città nuova con caratteristiche architettoniche moderne; sull’altra sommità, disposta ad occidente, si allineano i “trulli”, in un agglomerato urbano suddiviso in due rioni: Monti e Aia Piccola, entrambi Monumenti nazionali e da dicembre 1996 riconosciuti dall’U.N.E.S.C.O. Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Le dimore a trullo sono dominate dall’uso esterno della pietra a sfoglie, le ‘chiancole’, che rivestono il cono e creano il meraviglioso centro urbano, unico al mondo.

Rientro a Ostuni in hotel, cena e tempo libero per visite individuali. Pernottamento.

03 gg. Colazione, partenza per Lecce, città messapica; fu fondata, come narra la leggenda, ai tempi della guerra di Troia. Del nucleo messapico, che si conservò anche dopo la conquista romana, rimangono numerosi reperti, raccolti nel Museo S. Castromediano. Di quest’ultima restano, tra l’altro, un anfiteatro e un teatro del II Sec. d.C. . Ai romani si deve la costruzione del porto di S. Cataldo a 10 Km dalla città. Dopo i Normanni, gli Svevi, gli Angioini, la casa dei Brienne, quella degli Enghien, il Salento nel Seicento è guidato dallo spagnolo Carlo IV, che considera Lecce il baluardo più avanzato contro l’Oriente. Si fa così promotore del massiccio Sistema difensivo. Il castello dell’imperatore é un’imponente fortezza costruita tra il 1539 e il 1549. Ha quindi inizio una frenetica attività che vede l’aristocrazia ed il clero impegnarsi nella costruzione di chiese e palazzi. Pranzo libero.

Proseguimento per Otranto, per ammirare i belli scorci paesaggistici della località marina, indi per Santa Maria di Leuca, punto estremo della penisola italiana e dove, dall’alto del suo Santuario, nelle belle giornate si nota la linea ideale che separa i colori dei due mari che qui s’incontrano: l’Adriatico e lo Jonio. Da visitare il Santuario della Madonna De Finibus Terrae. Tempio dedicato alla Madonna di Leuca o De Finibus Terrae risale ai primi anni del cristianesimo.

Edificato sulle rovine dell’antico tempio di Minerva fu distrutto sotto l’Imperatore Galerio (293-311) e riedificato e consacrato al culto di Maria Vergine nel 343 da Papa Giulio I. Dopo numerose devastazioni fu ricostruito nel 1507 dai Del Balzo. A questo periodo risale, ad opera di un discepolo del Tiziano (Giacomo Palma), il quadro della Madonna. Saccheggiato ancora dai mussulmani e algerini, il Santuario fu ricostruito e consacrato nel 1663. Nel 1720 infine assume la facciata ancora oggi visibile che gli dà l’aspetto di un palazzo fortificato. Rientro a Ostuni in hotel, cena e tempo libero per visite individuali. Pernottamento.

04 gg. Prima colazione, trasferimento a Bari per la visita libera: si potranno ammirare la Cattedrale dedicata a San Sabino, la Basilica di San Nicola prototipo in tutto il mondo dello stile romanico pugliese, il Castello Normanno-Svevo-Aragonese che fu sede della corte rinascimentale di Isabella d’Aragona, Piazza Mercantile con il Palazzo del Sedile di origine rinascimentale, nella quale si riuniva l’Università Cittadina (l’attuale Consiglio Comunale) e dove la Regia Corte amministrava la giustizia. Caratteristiche sono le stradine strette e gli edifici con muri imbiancati a calce per motivi di igiene e per conservare il fresco in estate. Proseguimento per Bitonto, dove si potrà pranzare. La particolare posizione geografica della Puglia, protesa verso Oriente, ha favorito, fin dall’età remota, immigrazioni di popoli provenienti dall’area balcanica e dall’Egeo. I porti naturali di questi approdi verificatosi nel lungo arco di tempo che va dal 10.000-1500 a.C. furono le insenature naturali di Palese, Giovinazzo, Santo Spirito.

Dalla zona costiera, queste prime immigrazioni si spinsero verso l’interno, nell’agro di Bitonto dove, nella Lama Balice esistono aggrottamenti e insediamenti preistorici. Essi testimoniano la formazione in loco dei primi insediamenti umani che dettero origine allo sviluppo del Centro urbano della città. Insediamenti neolitici sono stati inoltre individuati tra Palese e Santo Spirito dove sono venuti alla luce reperti di ceramica impressa risalente al 10.000 a .C., e tratti di muratura. Altre tracce di manufatti fittili e resti fossili sono stati rinvenuti tra Palese e Bitonto e, altre ancora, risalenti alla prima età del ferro e  l’età classica-ellenistica, nel cuore del Centro antico di Bitonto,  laddove sorge una chiesa altomedievale dedicata a S. Leucio. Altri siti  della prima età del ferro sono stati rinvenuti nell’ansa del Tiflis, verso Palombaio. Una traccia vistosa della presenza umana nel nostro territorio è  costituita da uno dei più grandiosi monumenti megalitici, scoperto nel 1961 sulla provinciale Giovinazzo-Terlizzi. Trattasi di un dolmen che, assieme ai menhir rappresentano le testimonianze della prima civiltà pugliese.

Proseguimento per Castel del Monte. La sua forma ottagonale lo rende inconfondibile, suggestivo e misterioso; una sperimentazione architettonica e geometrica ottagonale in cui si avverte la presenza della matrice di Federico II di Svevia. Questi utilizzava tale struttura coma sua dimora di caccia; periodicamente infatti in tutta l’area circostante venivano organizzate imponenti battute di caccia. La vita all’interno del castello si svolgeva in base al voltar del sole, cioè in base all’area in cui arrivava la luce solare, le attività si spostavano di conseguenza. Rientro a Ostuni in hotel, cena e tempo libero per visite individuali. Pernottamento.

05 gg. Dopo la prima colazione in hotel, partenza. Soste durante il percorso. Arrivo in serata.

Fine  del viaggio-

per info:

ideeturismo@gmail.com

 

 

TOUR DELLA SARDEGNA

1° GIORNO – Partenza ed imbarco – All’orario convenuto, partenza con Bus G.T. dalla propria località. Sosta lungo il percorso. Arrivo al porto di Genova o Livorno: imbarco sul traghetto, sistemazione nelle cabine riservate e navigazione verso la Sardegna, cena libera.

2° GIORNO – OLBIA, le isole MADDALENA e CAPRERA, PALAU e la COSTA SMERALDA – Arrivo di mattina al porto di Olbia. Escursione alle Isole della Maddalena e Caprera. Giro panoramico, visita della cittadina e della casa-museo di Garibaldi, a Caprera. Dopo l’escursione, arrivo a Palau, sistemazione e pranzo in Hotel. Nel pomeriggio giro della Costa Smeralda con soste nelle famose località di Porto Cervo, Porto Rotondo e Baia Sardinia. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

3° GIORNO – CASTELSARDO, PORTO TORRES, STINTINO e ALGHERO – Colazione in Hotel. In mattinata partenza per Castelsardo, località conosciuta per le antiche botteghe artigiane del corallo e della cestineria sarda. Visita del centro storico e pranzo in ristorante. Nel pomeriggio proseguimento per Porto Torres e visita della Basilica Romanica di San Gavino e della zona archeologica. Al termine proseguimento per Stintino, rinomata località turistica; sosta per visita delle famose spiagge delle Saline e della Pelosa. Trasferimento ad Alghero, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

4° GIORNO – LE GROTTE DI NETTUNO e ALGHERO – Trattamento di pensione completa in Hotel. Al mattino visita delle Grotte di Nettuno: grotte stalagmitiche scavate dalla forza del mare, raggiungibili attraverso la scala del Capriolo e del villaggio nuragico di Palmavera. Nel pomeriggio visita del centro storico di Alghero, per ammirare: la Cattedrale, la Chiesa di S. Francesco, le mura ed i bastioni. La città di Alghero ha mantenuto sul lato a mare l’aspetto fortificato di tanti secoli fa, con la sua cattedrale e le sue torri. Verso l’interno la cinta è invece stata abbattuta per saldare la città vecchia, ancora perfettamente riconoscibile nel suo aspetto medievale, alla parte nuova, cresciuta a partire dall’‘800. Rientro in Hotel, cena e pernottamento.

5° GIORNO – ORGOSOLO e NUORO – Colazione in Hotel. In mattinata partenza per Orgosolo. Paese di pastori, al margine tra il nuorese e la Barbagia, sorge su un pendio montano. Celebre per i suoi costumi tradizionali femminili, il paese ha un aspetto modesto, ed è formato di semplici case a un piano. Passeggiata per le vie del centro per ammirare i caratteristici murales e pranzo tipico con i pastori. Nel pomeriggio visita di Nuoro per ammirare il Museo delle Tradizioni Popolari Sarde e la casa di Grazia Deledda, premio Nobel per la letteratura nel 1926. Sistemazione in Hotel a Nuoro, cena e pernottamento.

6° GIORNO – THARROS, CABRAS, BARUMINI e CAGLIARI – Colazione in Hotel. In mattinata partenza per Tharros; visita dei resti della città di origine punico-romana e della chiesa di S. Giovanni in Sinis. Pranzo in ristorante a Cabras, borgo di pescatori situato sulla riva orientale dello stagno omonimo. Nel pomeriggio proseguimento per Barumini e visita del più importante villaggio nuragico  della Sardegna: “Su Nuraxi”. Al termine trasferimento a Cagliari, sistemazione in Hotel, cena e pernottamento.

7° GIORNO – CAGLIARI, NORA ed imbarco – Colazione in Hotel. In  mattinata visita della città: le sue origini sono antichissime, e dall’epoca fenicia è forse l’unica città della Sardegna a essere stata abitata ininterrottamente. Il centro conserva ancora imponenti tracce del periodo romano nel suo anfiteatro. Da non perdere inoltre la Cattedrale, la Basilica di Bonaria, le Torri Pisane, il Rione Castello, i Bastoni di San Remy e il Museo Archeologico Nazionale. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio visita della zona archeologica di Nora, antica città punico-fenicia situata su un promontorio; si potranno ammirare i resti delle terme, l’Anfiteatro, il Tempio e i numerosi mosaici. Al termine partenza per il porto di Olbia per l’imbarco sul traghetto per il rientro. Pernottamento a bordo nelle cabine riservate.

8° GIORNO – Rientro – Arrivo in mattinata al porto di Genova o Livorno. Partenza per il rientro

per info:

ideeturismo@gmail.com

 

Cenacolo Vinciano – Visita guidata

Questa galleria contiene 1 foto.

cenacolo

l’affresco del Cenacolo di Leonardo da Vinci che si trova nel refettorio del convento.

Cari amici, vi proponiamo una visita totalmente dedicata allUltima Cena di Leonardo, realizzata tra il 1494  e il 1498. Il Maestro, con grande sagacia, catturò il momento cardine della vita di Cristo ovvero l’annuncio dell’imminente tradimento da parte di uno dei suoi discepoli. Alla frase “qualcuno di voi mi tradirà” scoppiano le reazioni dei commensali che si chiedono turbati chi sarà il colpevole. Il Cenacolo è una delle opere capitali della storia dell’arte, una incredibile sequenza di emozioni e passioni capaci di far vibrare le corde dell’animo dello spettatore.  Con questo lavoro il genio toscano raggiungerà il culmine in fatto di resa della prospettiva, della fisiognomica e del pathos narrativo. Tuttavia, a seguito di una tecnica sbagliata, il capolavoro ha presentato non pochi problemi di conservazione arginati con il grande restauro di Pinin Brambilla.

Si prosegue con la vista della Chiesa  di Santa Maria delle Grazie è una basilica e santuario situata a Milano, appartenente all’Ordine Domenicano e facente capo alla parrocchia di San Vittore al Corpo. L’architettura della tribuna, edificata fra il 1492 e il 1493 per volere del Duca di Milano Ludovico il Moro come mausoleo per la propria famiglia, costituisce una delle più alte realizzazioni del Rinascimento nell’Italia settentrionale. (di proprietà del Comune di Milano).

la chiesa è stata  Attribuita all’architetto  Bramante, anche se mancano prove documentarie, se non che il Bramante era in quegli anni ingegnere ducale e viene nominato una volta negli atti della chiesa (una consegna di marmo nel 1494).  Alcuni studi recenti fanno anche il nome dell’Amadeo; quasi certamente il Bramante dovette essere comunque responsabile del progetto iniziale, ma non seguì poi i lavori veri e propri, che probabilmente furono diretti da Giovanni Antonio Amadeo.

 PROGRAMMA:

 Ritrovo : incontro con la guida davanti al sagrato di S.Maria delle Grazie

per info scrivere a:

ideeturigmo@gmail.com

 

Treviso navigazione sul Brenta – Ville Venete

Periodo suggerito Maggio – Giugno

1° giorno: Partenza Bus GT nel luogo stabilito e successiva partenza verso Treviso, sosta lungo il percorso. All’arrivo trasferimento in Hotel e pranzo. Nel pomeriggio visita guidata in cui gli appassionati dell’arte possono trovare ricchezza di storia e di opere artistiche. A Treviso si conciliano amabilmente arte del Trecento con eleganti ville venete. Treviso, è una delle città più caratteristiche del Veneto con la sua intricata topografia medievale è definita da viuzze porticate, nelle piazze si ergono monumenti, i palazzi presentano decorazioni pittoriche tardo-gotiche e rinascimentali. Artisticamente il trevigiano, grazie alle sue tradizioni storiche, presenta interessanti aree e monumenti da visitare, come la chiesa gotica di San Nicolò, Palazzo del Podestà, la Loggia dei Cavalieri. Rientro in Hotel, Sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.

2° Giorno: Navigazione del Brenta – Ville Venete – Brescia

Colazione in Hotel e partenza per Stra, la Riviera del Brenta è sempre stata considerata dai veneziani il prolungamento ideale del Canal Grande, offrendo quindi una spettacolarità degna della città lagunare. A bordo della motonave avrete l’esclusiva opportunità di ripercorrere questo sfarzoso percorso, caro non solo alla nobiltàveneziana ma anche ai più famosi artisti e personaggi dei secoli scorsi. Tre chiuse, nove ponti, quarantaquattro chilometri con oltre otto metri di dislivello caratterizzano al massimo un percorso così ricco di Cultura, Storia, Arte e Natura del Veneto.

Ore 08.45: Ritrovo dei Signori partecipanti con nostro personale al parcheggio di VILLA PISANI di Stra (Ve) e visita facoltativa della villa (ingresso: intero per cittadini ue tra i 18 ed i 64 anni euro 10,00 + euro 1,00 diritto di prenotazione – cittadini U.E. under 18 e over 65 euro 1,00 pari alla sola prenotazione – solo parco euro 7,50). Si tratta della più imponente dimora della Riviera del Brenta, ricca di saloni affrescati dai più grandi pittori del tempo e circondata da un magnifico parco che la fa definire “la Versailles del Brenta”.

Ore 10.45: Imbarco sulla motonave quindi navigazione sul naviglio del Brenta. Sosta a Dolo e passeggiata nel caratteristico paesino rivierasco. Ore 12.30:La cucina di bordo vi preparerà il pranzo con menù di pesce secondo tradizionali ricette venete:aperitivo Bellini alla frutta, antipasto Gamberetti ed Alici Marinate, primo piatto Pasta alla Marinara, secondo piatto Fritti misti di Pesce, contorno Verdure miste di stagione, bevande Vino e Acqua a volontà, Frutta, Caffè, coperto e servizio.

Ore 15.00: Dopo il pranzo, a seconda della disponibilità dei siti, seguirà la visita facoltativa di VILLA BARCHESSA VALMARANA (ingresso 6,00 € p.p.), custode di pitture della scuola Barocca Veneziana eseguite da Michelangelo Schiavoni oppure di VILLA WIDMANN (ingresso 6,00 € p.p.), fastosa residenza del XVIII secolo progettata da Andrea Tirali ed affrescata da Giuseppe Angeli. Risaliti a bordo navigherete sulle tranquille acque del Brenta continuando ad ammirare le innumerevoli e maestose ville della Riviera. Giunti in località Malcontenta, avrete la possibilità di visitare facoltativamente la meravigliosa VILLA FOSCARI “LA MALCONTENTA” (ingresso 10,00 € p.p.) progettata nel 1560 da Andrea Palladio, con le pareti interne interamente affrescate da Giambattista Franco e Giovanni Battista Zelotti. Una volta risaliti a bordo, si navigherà fino a Fusina superando il dislivello acqueo della conca dei Moranzani, antico manufatto del XVII sec. costruita con il meccanismo progettato da Leonardo da Vinci.

All’arrivo a Fusina, sbarco dei partecipanti e partenza in pullman per rientro alla città di provenienza con arrivo previsto in tarda serata.

Bye

ideeturismo@gmail.com