Visita la Sicilia, a disposizione consulenza e professionalità, prova a contattarci …

Speciale-Sicilia-V03

CaseVacanze_V03

Vai a ReportageStorici

Militaria

PulsanteMilitaria - click sull'immagine per vedere gli annunci

febbraio: 2019
L M M G V S D
« Ago    
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
25262728  
Categorie

Ungheria

BUDAPEST

Budapest è la capitale dell’Ungheria e provincia autonoma. È la maggiore città ungherese per numero di abitanti, con un agglomerato urbano di 2.551.247 e un’area metropolitana di 3.284.110 abitanti.

E’ la perla del Danubio, la porta fra est e ovest del vecchio continente, affascinante e nobile, sospesa tra i ponti, i ricordi imperiali e le contraddizioni moderne. Vecchia di 2000 anni, l’attuale capitale nasce poco più di un secolo fa dall’unione di tre città indipendenti: Buda, Pest e Óbuda. Famosa per il suo passato e impreziosita dal distretto di Várhegy, Buda è separata dalla più animata e moderna Pest dal fiume Danubio che, smontando un luogo comune, è lontano dall’essere blu. Due facce, due parti della città che non si contrappongono ma si integrano: alla calma, alla saggezza antica e all’aria misteriosa di Buda, fa da contrappeso il fascino disordinato e irrequieto di Pest.

Viaggio in bus granturismo a disposizione per tutta la durata del tour; Autista e pedaggi autostradali inclusi  Sistemazione in hotel 3 e 4 stelle, in trattamento di mezza pensione; Acqua in caraffa ai pasti; Cenone di Capodanno in hotel, con musica dal vivo, menù speciale e champagne incluso; Visite guidate come da programma (mezza giornata Lubiana, 2 mezza giornate e 1 intera giornata Budapest, mezza giornata Zagabria) Ingressi: Chiesa di Mattia e il Bastione dei Pescatori; Pacchetto benessere alle Terme di Budapest: ingresso alle piscine, sauna e bagno turco, massaggio 20 minuti, asciugamano, pantofole, servizio di assistenza; assicurazione sanitaria.

1° giorno, martedì 29 Dicembre 2015: Milano-Lubiana (500 km)

Ritrovo di prima mattina dei signori partecipanti nel luogo stabilito e partenza con pullman privato per la Slovenia. Pranzo libero lungo il percorso. Arrivo a Lubiana e sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato alla visita guidata della città. Cena e pernottamento in hotel.

Lubiana, dalla parola slava Luba che significa amore. Secondo il mito greco, Giasone e gli Argonauti, trovato il Vello d’oro nella Colchide, anziché il Mar Egeo avrebbero per errore navigato il Danubio, la Sava a la Ljubljanica fino alle sorgenti, dove smontarono la loro nave per poterla trasportare fino al mare. al fine di ritornare a casa. Presso Lubiana, gli Argonauti trovarono un grande lago abitato da un mostro. Questo mostro è il drago che si trova ancora sullo stemma della città.

E sul Ponte dei Draghi, lo Zmajiski Most. Territorio colonizzato successivamente dai veneti, dagli Illiri Yapodi e dai celti Taurisci. I Romani vi costruirono nel I secolo a.C. il castrum di Aemona, distrutto nel 452 dagli Unni di Attila, e poi anche dagli Ostrogoti e dai Longobardi. Nel 1278 la Carniola passa agli Asburgo: Luvigana, da adesso Laibach, apparterrà alla casa d’Austria fino al 1918, salvo la breve parentesi napoleonica. Dopo la I guerra mondiale, con il collasso dell’Impero Austro-Ungarico, Lubiana passa al Regno di Jugoslavia e nel 1941, durante la II guerra mondiale, è annessa dall’Italia. Occupata dai nazisti nel 1943, nel maggio 1945 è liberata dalle armate di Tito. Il 25 giugno 1991 Lubiana diventa capitale della Slovenia indipendente, che aderirà all’Unione europea nel 2004.

Nonostante la comparsa di grandi edifici, soprattutto nei dintorni, Lubiana mantiene intatto il suo centro storico, dove si mescolano lo stile architettonico baroccoe l’Art nouveau. Barocche sono molte chiese e la fontana di Robbain piazza Mestni Trg disegnata sul modello di Piazza Navona, Art nouveau sono le facciate in piazza Prešerene il Ponte dei Draghi.

Da vedere in città il castello di Lubiana del XII secolo, antica residenza dei mar gravidi Carinzia, la Cattedrale di San Nicola, dalla cupola verde e dalle due torri, la chiesa di San Pietro, la Chiesa francescana dell’Annunciazione, il TriploPonte, il Ponte dei Draghi,la chiesa delle Orsoline, l’edificio della società filarmonica del 1702e la casa di Cankar.

2° giorno, mercoledì 30 Dicembre: Lubiana > Budapest (470 km)

Trattamento di mezza pensione. Partenza da Lubiana in mattinata. Arrivo a Budapest e sistemazione in hotel. Pomeriggio dedicato alla prima visita guidata della città.  rientro in hotel Cena e pernottamento in hotel.

La città di Budapest sorge sul Danubio ed è divisa in tre zone storiche: Obuda e Buda sulla riva occidentale e Pest su quella orientale, unitein un’unica città solo nel 1872.Lesue origini risalgono al periodo romano, quando le legioni del futuro imperatore Augusto conquistarono nel 35 a.C. la parte occidentale dell’odierna Ungheria trasformandola in provincia romana con il nome di Pannonia e organizzarono un insediamento militare chiamato Aquincum, oggi un grazioso borgo settecentesco ricco di interessanti musei.Lo sviluppo commerciale delle due città risale però al periodo delle crociate grazie alla loro posizione intermedia tra Oriente ed Occidente. Distrutte dalle invasioni mongole del XIV secolo le due città, ma in special modo Buda, tornarono a fiorire in epoca rinascimentale.

Nel 1458 sale al trono Màthyas, figlio del generale Janos Hunyadi vincitore dei turchi a Belgrado; noto come Mattia Corvino regnerà fino al 1490, divenendo così il più grande monarca di Ungheria rinascimentale. Quindici anni più tardi (1541) Buda viene conquistata e occupata dagli ottomani, dove il loro dominio durò per 145 anni. Essi costruirono bagni termali e convertirono le chiese non abbattute in moschee. La capitale dell’Ungheria viene trasferita nell’attuale Slovacchia a Pozsony (Bratislava), sotto il dominio degli Asburgo. Dopo la dominazione turca le due città rimasero a lungo centri secondari dell’Impero asburgico, ma con il regno di Maria Teresa d’Austria e di Giuseppe II, conobbero una nuova era di splendore e ricchezza. Dopo la sconfitta della guerra di indipendenza nazionale ungherese ( 1848 -1849 ) Buda-Pest venne nominata città gemella di Vienna e nel 1872 Buda, Pest e la cittadina di Obuda vengono unite in un’unica città con il nome ufficiale di Budapest. La città divenne la capitale del nuovo Stato Ungherese nel 1918 in seguito al crollo dell’Impero asburgico. Durante la seconda guerra mondiale la città subì devastanti distruzioni ad opera dei bombardamenti. Circa il 70% degli edifici del centro furono distrutti dai bombardamenti delle armate tedesche e russe, inclusi importanti monumenti del paese, quali il ponte delle catene.

3° giorno, giovedì 31 Dicembre 2015: Budapest

Trattamento di mezza pensione. Intera giornata dedicata alla visita guidata della città. Pranzo libero in corso di escursione. Rientro in hotel nel tardo pomeriggio e tempo a disposizione per prepararsi ai festeggiamenti della serata. Cenone di capodanno in hotel, con menu speciale, champagne e musica dal vivo per festeggiare insieme l’arrivo del Nuovo Anno!.

4° giorno, venerdì 1 Gennaio 2016: Budapest

Trattamento di mezza pensione. Mattinata libera a disposizione per relax o visite individuali.

Nel pomeriggio, incontro con la guida e trasferimento presso le Terme di Szécheny, storico centro termale della città. Visita guidata alle terme e tempo a disposizione per il relax. Il pacchetto ingresso include: ingresso alle piscine, alle saune e 20 minuti di massaggio. Cena e pernottamento in hotel.

Terme di Széchenyi: L’Ungheria èil paese più ricco di acqua termale e minerale in Europa. Per questo in tutto il paese esistono numerosi centri termali utilizzati e visitati tutto l’anno. La maggior parte delle sorgenti di acqua calda e bagni si trova proprio nella capitale, rinomata per questo motivo a livello internazionale. Il Bagno Széchenyi è uno dei più grandi complessi esistenti, ed è interamente costruito in stile neobarocco. La costruzione fu ultimata nel 1913, e successivamente ampliata e modernizzata.

5° giorno, sabato 2 Gennaio 2016: Budapest > Zagabria (340 km)

Trattamento di mezza pensione. In mattinata partenza per Zagabria. Sistemazione in hotel all’arrivo e pomeriggio dedicato alla visita guidata della città. Cena e pernottamento in hotel . Nel XVI secolo Zagabria diventò la capitale dello stato croato e molte vestigia del passato medievale della città sono giunte sino a noi. È la città più grande della Croazia, è sede del governo e ospita gli uffici dirigenziali della maggior parte delle società straniere del paese, ma questo suo carattere sobrio e operoso è ravvivato dai sontuosi edifici ottocenteschi del centro e dalle viuzze del quartiere vecchio. Nel 1995 la città è stata colpita dai missili serbi, ma i danni sono stati contenuti e la vita quotidiana ha rapidamente ripreso i suoi ritmi. Celebriicampanili gemelli in stile neogotico della Cattedrale di Santo Stefano, che conserva inoltre diversi elementi della vecchia struttura medievale che un tempo sorgeva in questo luogo. Particolarmente interessanti sono gli affreschi del XIII secolo, le panche rinascimentali, gli altari in marmo e il pulpito barocco. Potete recarvi a nord-ovest del centro cittadino per salire sulla Torre Lotrscak e ammirare una veduta a 360° della città oppure per visitare il Muzejski Prostor, che ospita magnifiche mostre d’arte. Sempre in questa zona trovate la Chiesa di San Marco, con un particolare tetto di tegole colorate e alcune statue di Ivan Mestrovic, il Museo di Storia Naturale, il Museo Storico Croato e il Museo Cittadino, che occupa gli edifici di un ex convento.

6° giorno, domenica 3 gennaio 2016: Zagabria > Milano/Bergamo (630 km)

Prima colazione in hotel. Partenza per il rientro con sosta lungo il percorso per il pranzo libero. Arrivo a Milano/Bergamo nel tardo pomeriggio.

Fine dei servizi.

 

QUOTA INDIVIDUALE DI PARTECIPAZONE -CHIEDERE…

La quota individuale di partecipazione è calcolata sulla base di 30 partecipanti paganti

SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA – QUOTA ISCRIZIONE

 

Le quote comprendono:

Viaggio in bus granturismo a disposizione per tutta la durata del tour;

Autista e pedaggi autostradali inclusi

Sistemazione in hotel 3 e 4 stelle, in trattamento di mezza pensione;

Acqua in caraffa ai pasti;

Cenone di Capodanno in hotel, con musica dal vivo, menù speciale e champagne incluso;Visite guidate come da programma (mezza giornata Lubiana, 2 mezza giornate e 1 intera giornata Budapest, mezza giornata Zagabria)

Ingressi: Chiesa di Mattia e il Bastione dei Pescatori;

Pacchetto benessere alle Terme di Budapest: ingresso alle piscine, sauna e bagno turco, massaggio 20 minuti, asciugamano, pantofole, servizio di assistenza

Assicirazione sanitaria e bagaglio

Assicurazione RC grandi rischi

Le quote non comprendono:

Pranzi; mance e facchinaggi; bevande non indicate; Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “le quote comprendono”.

Assicurazioni facoltative:

assicurazione annullamento viaggio:+

Hotel quotati (o similari):

 LubianaCity Hotel Ljubljana***

 Budapest Hotel Flamenco****

 Zagabria Hotel International ****

Documenti necessari per i cittadini italiani adulti e minori:

Carta d’identità valida per l’espatrio. La carta di identità non deve presentare il timbro di rinnovo sul retro.

Non si è responsabile del negato accesso ai servizi a causa di documenti personali non validi per l’espatrio, o scaduti.

Note:

Le distanze e i tempi di percorrenza riportati nel programma sono desunti da siti di mappe elettroniche e sono forniti, come le descrizioni delle località, a titolo puramente indicativo; la sequenza delle visite è da ritenersi orientativa e le visite previste possono non includere alcuni dei siti o dei monumenti descritti, in dipendenza degli orari e dei giorni di accessibilità stagionali e del tempo effettivamente a disposizione.